MAFIA – Messineo riassegna deleghe ad aggiunti: a Scalia indagini su Cosa Nostra agrigentina

Il procuratore di Palermo Francesco Messineo ha riassegnato le deleghe rimaste scoperte dopo il trasferimento degli aggiunti Antonio Ingroia e Ignazio De Francisci, rispettivamente in Guatemala per un incarico dell’Onu e alla Procura Generale come avvocato generale. A Maurizio Scalia va il coordinamento su Cosa Nostra agrigentina e sui reati comuni. A Vittorio Teresi è stata assegnata la delega sulle indagini di mafia relative ai  mandamenti occidentali della città di Palermo come San Lorenzo e alla provincia ovest di Palermo e su quella sulla trattativa Stato-mafia che erano prima di Ingroia. Teresi manterrà anche il ruolo che aveva e continuerà ad occuparsi delle misure di prevenzione. Leonardo Agueci coordinerà le inchieste di mafia sui mandamenti orientali della città di Palermo come Brancaccio e Borgo Vecchio e sulla provincia est  di Palermo e manterrà il coordinamento sui reati contro la pubblica amministrazione e provvisoriamente su quelli ambientali. Teresa Principato resta coordinatrice delle indagini sulla droga e sulla mafia trapanese. Lo schema organizzativo deciso dal procuratore verrà sottoposto ora al parere della Dna.

Condividi
         
 
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.