MAFIA – Messineo riassegna deleghe ad aggiunti: a Scalia indagini su Cosa Nostra agrigentina

Il procuratore di Palermo Francesco Messineo ha riassegnato le deleghe rimaste scoperte dopo il trasferimento degli aggiunti Antonio Ingroia e Ignazio De Francisci, rispettivamente in Guatemala per un incarico dell’Onu e alla Procura Generale come avvocato generale. A Maurizio Scalia va il coordinamento su Cosa Nostra agrigentina e sui reati comuni. A Vittorio Teresi è stata assegnata la delega sulle indagini di mafia relative ai  mandamenti occidentali della città di Palermo come San Lorenzo e alla provincia ovest di Palermo e su quella sulla trattativa Stato-mafia che erano prima di Ingroia. Teresi manterrà anche il ruolo che aveva e continuerà ad occuparsi delle misure di prevenzione. Leonardo Agueci coordinerà le inchieste di mafia sui mandamenti orientali della città di Palermo come Brancaccio e Borgo Vecchio e sulla provincia est  di Palermo e manterrà il coordinamento sui reati contro la pubblica amministrazione e provvisoriamente su quelli ambientali. Teresa Principato resta coordinatrice delle indagini sulla droga e sulla mafia trapanese. Lo schema organizzativo deciso dal procuratore verrà sottoposto ora al parere della Dna.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.