MAFIA – Nuova Cupola, 15 condanne e processo d’appello da rifare per 12

Giornata campale ieri in Cassazione dove si discutevano numerosi ricorsi riguardanti imputati del processo “Nuova cupola”.

Le posizioni più significative erano quelle di Leo Sutera, Fabrizio Messina, Francesco Ribisi e Giovanni Tarallo. C’era da stabilire se i quattro boss avessero avuto nel tempo ruolo di comando all’interno di Cosa nostra.

Il processo d’appello bis è da rifare per 12 imputati. Due le assoluzioni ribaltate, 6 confermate e 15 condanne.

La Corte di Cassazione ha confermato a 3 anni la condanna nei confronti di Leo Sutera, 66 anni, di Sambuca di Sicilia, che – secondo i giudici – avrebbe raccolto il testimone di Giuseppe Falsone.  

Confermata la pena per associazione mafiosa a Fabrizio Messina, 40 anni, di Porto Empedocle. Diventano definitive le condanne di altri cinque imputati: Antonio Orlando (4 anni), Lucio Francesco Vazzano (4 anni), Giuseppe Anzalone (4 anni), Maurizio Salemi (2 anni e 8 mesi) ed Antonio Bruccoleri (2 anni e 8 mesi).

 

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.