MAFIA – Processo “Alisciannira”: condannato Gaetano Sedita

Il Gup del Tribunale di Palermo, Fernando Sestito, a conclusione del processo con il giudizio abbreviato, nell’ambito dell’inchiesta antimafia “Alisciannira”, ha condannato a 7 anni di reclusione Gaetano Sedita, 71 anni, ritenuto il capo della famiglia mafiosa di Alessandria Della Rocca. Sedita accogliendo parzialmente le argomentazioni dei suoi, legali, gli avvocati Giovanni Castronovo e Salvatore Tirinnocchi ha escluso sia il ruolo di capomafia che l’aggravante del 416 bis, vale a dire l’aver reinvestito i proventi illeciti delle estorsioni, in attività economico-commerciali. Sono stati, invece, assolti Santo Pillitteri, 73 anni, difeso dall’ avvocato Antonino Gaziano, Giuseppe Caltagirone, 62 anni, e Stefano Canzoneri, 66 anni, già scarcerati per carenza dei gravi indizi dal Tribunale del Riesame. Liquidata la somma di 5 mila euro al Centro studi ed iniziative culturali Pio La Torre Onlus che si era costituito parte civile.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.