MAFIA – Processo Icaro: chieste 9 condanne in Appello

Il procuratore generale Emanuele Ravagnoli, al termine della requisitoria nell’ambito del processo d’appello scaturito dall’inchiesta antimafia Icaro, ha chiesto la conferma delle condanne in primo grado nei confronti di tutti i nove imputati. 

Si tratta di Antonino Abate, 32 anni, di Montevago, (16 anni);  Carmelo Bruno, 51 anni, (4 anni); Roberto Carobene, 42 anni, di Motta Santa Anastasia (4 anni); Antonino Grimaldi, 58 anni, di Cattolica Eraclea (16 anni); Stefano Marrella, 62 anni, di Montallegro, (20 anni); Vincenzo Marrella, 44 anni, di Montallegro (16 anni); Vincenzo Marrella, 63 anni, di Montallegro (20 anni); Gaspare Nilo Secolonovo, 50 anni, di Santa Margherita Belice(5 anni e 6 mesi) e Francesco Tortorici, 39 anni, di Montallegro, (16 anni). L’unico assolto in primo grado era stato Pasquale Schembri, 54 anni.

Sono queste, dunque, le richieste dell’accusa nel processo di secondo grado che vede alla sbarra diversi esponenti delle famiglie mafiose agrigentine sgominate dall’operazione della Squadra Mobile di Agrigento nel tentativo di riorganizzazione di Cosa Nostra tra Montallegro, Cattolica Eraclea e Santa Margherita Belice.

Il collegio difensivo è composto, fra gli altri, dagli avvocati Salvatore e Vincenzo Salvago, Antonino Gaziano, Barbara Garascia e Salvatore Maurizio Buggea.

Condividi
  • 6
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    6
    Shares
  • 6
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.