MAFIA – Tra i favoreggiatori della latitanza di Messina Denaro: tra gli indagati c’è un ex deputato regionale

Tra i 25 indagati sospettati di essere fiancheggiatori o favoreggiatori del boss Messina Denaro, nell’inchiesta “Eris”, c’è anche il nome dell’ex deputato regionale del Psi castelvetranese Vincenzo Leone, 78 anni.

All’Ars fece ingresso il 14 maggio 1987, quando, da primo dei non eletti, subentrò al suo leader, il marsalese Pietro Pizzo, che si dimise per candidarsi, con successo, al Senato. E in quella legislatura, la X, nel dicembre ’89 Leone divenne assessore alla Presidenza. Fu rieletto con 13.946 voti (62,44%) e tra il ‘91 e ’92 fu di nuovo assessore alla Presidenza.

Condividi
  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    3
    Shares
  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.