AGRIGENTO – Pochi i “Paperoni” in Consiglio [VD TG]

Sono pochi i “paperoni” presenti al consiglio comunale di Agrigento. Dopo la pubblicazione dei redditi e le indennità della Giunta del sindaco Lillo Firetto, ecco quelli dichiarati dai consiglieri comunali e pubblicati nella sezione amministrazione trasparente del sito online del comune di Agrigento. Si riferiscono al 2016 e sono stati dichiarati nel 2017 e quanto erogato dall’ente nei loro confronti nei 2 anni e mezzo che vanno dall’insediamento nel luglio del 2015 al dicembre 2017. A scriverlo sul quotidiano regionale “La Sicilia” è il giornalista Gioacchino Schicchi.

 

Il consigliere non consigliere Daniela Catalano, perché riveste la carica di Presidente del Consiglio comunale, non percepisce il gettone, ma ha una indennità che, stando ai dati pubblicati è ammontata a 25.652 euro nel 2015, 43.976 euro per il 2016 e 2017, importo che corrisponde tra l’altro all’imponibile dichiarato dalla stessa nel modello unico 2017. Andando ai cosiddetti consiglieri “semplici”, i più ricchi, secondo le denunce presentate, sono il consigliere Antonino Amato che è medico e dichiara 88.405 euro , i gettino erogati nei suoi confronti sono 1409 euro nel 2015, 5436 euro nel 2016 e 4480 euro per il 2017. Segue, a distanza, l’avvocato Gianluca Urso: nella dichiarazione del 2017 risulta un imponibile di 61.201 euro, mentre i gettoni versati ammontano a 2.365 euro nel 2015, 6644 euro nel 2016, 5235 euro nel 2017. Bisogna rilevare che in molti non hanno fornito, la dichiarazione dei redditi più recente e non si è acconsentito alla pubblicazione della situazione reddituale dei familiari, , a rendere varie le singole situazioni reddituali non è ovviamente quanto incassato dall’Aula, ma il lavoro svolto nella propria quotidianità. Per quanto riguarda i consiglieri comunali subentrati in corso della consiliatura  , nulla percepisce dall’Ente Pierangela Graceffa, la quale però è in leggerissimo arretrato sulla comunicazione dei dati, considerando che l’unica dichiarazione presente risale al 2015. A quella data l’imponibile era di 35 374 euro. Rita Monella subentrata il 12 maggio del 2016 dichiara un imponibile di 30 992 euro. Infine, c’è Calogero Alonge insediatosi solo l’8 maggio del 2017 con il suo reddito netto che risulta essere stato di 13.443 euro.

 

 

 

Condividi
  • 2
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    3
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.