MALTEMPO – Esonda un torrente sulla Pa- Ag e travolge un’auto: morto pensionato di Campofranco [VIDEO]

Un uomo è morto annegato dopo essere stato travolto da un torrente esondato per le piogge torrenziali delle ultime ore: è accaduto a Castronovo di Sicilia, nel palermitano. La vittima è Giovanni Mazzara, 67 anni, un pensionato di Campofranco. Secondo le prime ricostruzioni, era in auto con altre tre persone quando il corso d’acqua ha trascinato via il veicolo spingendolo fuori dalla carreggiata. L’uomo, riuscito come le altre tre persone che si trovavano nell’auto a uscire dal veicolo, sarebbe stato, però, travolto. E’ stato trovato più a valle senza vita. L’abbondante pioggia caduta ha provocato l’esondazione di alcuni torrenti e la chiusura della statale Palermo-Agrigento nella zona di Lercara Friddi.

L’uomo era con altre tre persone, Franco Ricotta, Lillo Schillaci e Giovanni Morreale, che sono riusciti a salvarsi e anche a salvare due bimbi. Tutti sono rimasti intrappolati in una Audi Q5, quando hanno deciso di uscire dall’abitacolo; l’anziano non ce l’ha fatta, travolto dall’inferno di fango. L’allarme è scattato intorno alle 21.30 di ieri. I soccorritori hanno ritrovato la vittima un’ora dopo, spiegano i carabinieri che hanno chiuso la Statale per poi riaprirla solo nella notte, intorno alle 2. Sul posto i militari dell’Arma di Lercara Friddi, Castronovo, Prizzi e Vicari, i vigili del fuoco, la polizia municipale, squadre del 118 e dell’Anas. L’autorità giudiziaria di Termini Imerese ha disposto l’intervento del medico legale e l’esame autoptico ha confermato la morte per annegamento.

L’uomo, sposato con Maria e padre di tre figli, Salvatore, Mariangela e Giuseppe, era un imprenditore edile in pensione ed era arrivato ieri mattina a Palermo per seguire la partita della sua squadra del cuore, il Campofranco, impegnato  contro Il Castelbuono, formazioni che militano nel girone A del campionato regionale di Eccellenza e che ieri si sono scontrate al campo Santocanale a Tommaso Natale a Palermo.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.