Maria Grazia Brandara ha lasciato la presidenza IAS

Con una lettera inviata al presidente della Regione e all’assessore regionale alle Attività produttive, Maria Grazia Brandara ha rassegnato le proprie dimissioni da presidente dell’Ias, la società che gestisce il depuratore biologico di Priolo. a guida di Ias.

L’atto è stato comunicato via PEC ai dirigenti dell’azienda che devono adesso prendere atto delle dimissioni e procedere di conseguenza per proseguire le attività amministrative prima fra tutte l’approvazione del bilancio.

Le sue dimissioni sono state seguite da una dichiarazione: “È vero, sono indagata nella vicenda Montante ed aspetto da oramai 18 mesi di essere sentita per poter chiarire la mia posizione: precisamente, dal 16 maggio 2018, quando fui raggiunta da un’informazione di garanzia in uno con la convocazione per essere interrogata, sebbene poi l’interrogatorio venisse annullato dagli stessi magistrati che avevano firmato la convocazione e da allora ho ricevuto solo due notizie di proroga delle indagini. Sono dunque indagata ed essere definita, dall’on Fava “imputata di associazione a delinquere assieme all’ex presidente di Confindustria Sicilia” costituisce non soltanto una semplice inesattezza ma anche un’oggettiva affermazione che fa a pugni con la storia e la rettitudine di una persona che, come me, ha fatto nella sua vita una scelta di onestà e di atti mai borderline”.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.