MARSALA – Gianni Genna morto per arresto cardiaco: le indagini proseguono

“Arresto cardiocircolatorio”. È questo il primo riscontro dell’autopsia eseguita sul corpo di Gianni Genna, trovato morto martedì mattina nelle campagne di Marsala. L’esame è stato eseguito dal medico legale Elena Ventura del Policlinico “Paolo Giaccone” di Palermo. Domani alle 11.30 si terranno i funerali a Marsala nel santuario di Santo Padre delle Pirrere.

Le indagini vengono condotte dalla Squadra Mobile della Polizia e coordinata dalla Procura di Marsala e dal pm Giulia D’Alessandro. Gli investigatori “escludono possa trattarsi di omicidio ma le indagini proseguono”. Tra le ipotesi del decesso anche quella di un mix letale di alcol e droga e si cerca anche lo smartphone del giovane, scomparso da sabato sera. A rappresentare i familiairi di Genna è l’avvocato Luigi Pipitone.

Il corpo è stato ritrovato, vestito con gli stessi indumenti indossati la sera della scomparsa, in contrada Digerbato, in un terreno sterrato, ai piedi di un albero di olive. Il cadavere era sporco di polvere, con il volto tumefatto e i jeans strappati. Il luogo si trova a circa 500 metri dal locale in cui era stato avvistato la sera della scomparsa, e nella zona non è stata ritrovata la sua auto.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.