Melania Rea, i pm chiedono l’ergastolo per Salvatore Parolisi

I pm di Teramo hanno chiesto che l’ex caporale degli alpini, accusato di aver ucciso la moglie, Melania Rea, sia condannato a rimanere in prigione a vita.

L’avvocato della famiglia Rea, Mauro Gionni, non si è mostrato sorpreso dalla decisione: “Ci aspettavamo la richiesta di un ergastolo senza attenuanti”. Secondo l’accusa Parolisi avrebbe ucciso la moglie, colpendola con 35 coltellate, il 18 aprile 2011, nel bosco di Ripe di Civitella.

“Salvatore è sempre il solito”. Il padre di Melania, durante la pausa del processo, disilluso parla di un uomo che non è cambiato: “Quando il pm Rosati parlava dei soldi lui ridacchiava…uno sbruffone mi chiedete? Si, può essere il termine giusto”.

 

Condividi
         
 
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.