MENFI – Corriere della droga torna in carcere per lite con i vicini

Doveva scontare dopo il patteggiamento , 2 anni e 4 mesi di reclusione ai domiciliari nell’ambito dell’inchiesta antidroga “Fast Food”. Si tratta del 23 enne di Menfi, Calogero Friscia, che adesso, su disposizione del giudice del Tribunale di Sciacca, Alberto Davico, deve rimanere in carcere. Il giovane, sarebbe uscito di casa, per recarsi dai vicini con i quali avrebbe avuto un litigio . Per Friscia , dunque, l’aggravante della misura per avere commesso il reato di evasione dai domiciliari.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  • 0
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 0
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.