Tele Studio98

la forza dell'innovazione

Migranti, doppia tragedia nel Mediterraneo: oltre 70 tra morti e dispersi.

A sud di Lampedusa un'altra barca viene soccorsa da una nave umanitaria

Doppia tragedia della migrazione nel Mediterraneo. Ad un centinaio di miglia dalle coste calabresi, una barca a vela si rovescia e 66 passeggeri risultano dispersi. Tra loro almeno 26 bambini, raccontano i sopravvissuti.

A sud di Lampedusa un’altra barca viene soccorsa da una nave umanitaria: troppo tardi per 10 persone trovate morte nel ponte inferiore allagato. xSono dieci, infatti, i cadaveri estratti da una botola nella stiva dell’imbarcazione di 8 metri, partita dalla Libia, sulla quale viaggiavano e che era stata soccorsa dalla nave della Ong Nadir giunta intorno a mezzanotte a Lampedusa. Sono tutti uomini, dai 18 ai 30 anni, dai tratti somatici riconducibili al Bangladesh o Pakistan.Al molo del porto, dove è avvenuta l’operazione, anche il sindaco delle Pelagie, Filippo Mannino, che ha continuato a ripetere: “È uno strazio, è uno strazio!”.
    Al molo Favarolo è intanto arrivata la motovedetta V824 della guardia di finanza con a bordo altri 55 migranti, fra cui 10 donne e 14 minori. Fra i piccoli anche un neonato di un mese. Il gruppo è composto da gambiani, guineani, nigeriani, ghanesi e senegalesi ed ha riferito d’essere partito da Sfax in Tunisia.
    Si tratta del sesto sbarco della giornata.

About The Author

Condividi