MONTEVAGO – Riaprirà a luglio la “Calcestruzzi Belice”, oeprai tornano al lavoro

Finalmente ci siamo. La Calcestruzzi Belice, l’azienda confiscata alla mafia e che era stata dichiarata fallita dal Tribunale di Sciacca per un debito di soli 30 mila euro, dopo mesi di lotte e interventi da ogni parte e con la sentenza di Appello che ha annullato quella di primo grado, riaprirà i battenti a luglio. E’ quanto si apprende dopo la riunione che si è svolta al Ministero dell’Interno per formalizzare l’accordo tra le parti.
L’incontro era stato promosso dal vice ministro degli Interni, Filippo Bubbico, con il prefetto Ennio Mario Sodano, direttore dell’Agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata. La Calcestruzzi Belice conta attualmente 11 operai che così dopo mesi di amarezze e varie vicissitudini potranno tornare al lavoro.

 

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.