MONZA – Omicidio Franca Lo Jacono, ergastolo per Giarrana

Il giudice per le udienze preliminari del Tribunale di Monza ha condannato alla pena dell’ergastolo Antonio Giarrana, 30 anni, originario di Canicattì, ravanusano d’adozione, residente a Desio. L’uomo è ritenuto responsabile di omicidio e rapina unitamente ad Antonino Radaelli, 52 anni, di Desio  e a Raffaele Petrullo, 34 anni, di Paderno Dugnano. Questi ultimi  due sono stati condannati rispettivamente a 18 anni e a 6 anni e 4 mesi di reclusione. Il processo – celebrato con il rito abbreviato – riguardava l’omicidio di Franca Lo Jacono, 61 anni (consuocera dell’imprenditore Paolo Vivacqua, a sua volta assassinato nel suo ufficio a colpi di pistola nel novembre 2011), uccisa a coltellate nel giugno 2012 all’interno della sua auto nel garage della sua abitazione in via dei Mariani a Desio.  I tre imputati sono inoltre stati condannati a pagare il risarcimento dei danni – che verrà quantificato in separata sede – in favore della parte civile.

Condividi
         
 
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.