MUSSOMELI – Duplice femminicidio: spara alla ex e alla figlia, poi si uccide

Dramma nella notte a Mussomeli. Un giovane di 27 anni, Michele Noto, ha sparato all’ex compagna di 48 anni, Rosalia Mifsud, e alla figlia di lei Monica Di Liberto di 27 anni, uccidendole a colpi di pistola, prima di togliersi a sua volta la vita con la stessa arma regolarmente detenuta. Il duplice omicidio e il suicidio si sono consumati in un’abitazione del centro storico.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri dopo l’allarme lanciato da un vicino di casa. Quando gli uomini dell’Arma e il personale del 118 sono arrivati i tre erano già privi di vita.

Il movente, stando ad una prima ricostruzione, sarebbe stata la gelosia di lui. L’uomo, accecato dalla rabbia non si era rassegnato alla fine della relazione. Dopo la mezzanotte avrebbe sfondato la porta dell’abitazione delle due donne in via Santa Maria Annunziata e avrebbe prima aperto il fuoco verso la 48enne e poi verso la figlia di lei. A quel punto avrebbe rivolto la pistola verso di sé uccidendosi. A scoprire i corpi senza vita l’altro figlio della donna.

Noto voleva un chiarimento e all’appuntamento ha portato con sé una pistola a tamburo di marca Smith & Wesson che deteneva regolarmente in virtù di un porto d’armi sportivo. Ne è nata una lite in cui la figlia della donna, Monica Di Liberto, 28 anni, si è frapposta per difendere la madre.

Noto ha sparato prima alla sua ex e successivamente alla figlia di lei, quindi ha rivolto l’arma contro se stesso e si è ucciso. Questa la scena che si è presentata ai Carabinieri intervenuti intorno all’1,30 nell’abitazione delle due donne dopo avere ricevuto la chiamata da un parente delle vittime allertato dai vicini di casa. Sul posto si è recato anche il sostituto procuratore Massimo Trifirò che ha disposto l’autopsia sui corpi. Da un primo esame della scena del crimine e dei corpi la prima a cadere sotto i colpi d’arma da fuoco è stata Rosalia Mifsud, poi la figlia Monica Di Liberto di 28 anni e infine Michele Noto.

Gli omicidi sarebbero avvenuti poco dopo la mezzanotte. Con certezza fino alle 23 la giovane di 28 anni, Monica Di Liberto, era in vita. L’ultimo messaggio in chat con il fidanzato segna infatti quell’orario.

Condividi
  • 16
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    16
    Shares
  • 16
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.