MUSSOMELI – Neonato morto in ospedale dopo cesareo tardivo, condannati due medici per omicidio colposo

Si è conclusa con la condanna di entrambi gli imputati, due medici in servizio all’ospedale Immacolata Longo di Mussomeli (Cl), il processo per la morte di un neonato avvenuta tra il 9 e il 10 settembre 2011. Otto mesi di reclusione (con il beneficio della sospensione condizionale della pena, più il risarcimento danni ai genitori da quantificare in sede civile) sono stati inflitti a Provvidenza Castronovo e a Giovanni Sorce, dirigente e medico del reparto di ostetricia e ginecologia dell’ospedale di Mussomeli, accusati di omicidio colposo. Secondo il giudice monocratico di Caltanissetta, la morte del neonato sarebbe stata causata dal tardivo taglio cesareo praticato alla puerpera.

Condividi
         
 
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.