NARO – Consegnati i lavori del Centro Sociale di Sant’Agostino

Il direttore dei lavori e geometra comunale  Nino Comparato ha consegnato, in via d’urgenza e sotto le riserve di legge, all’impresa appaltatrice 2G Costruzioni di Messina i lavori di manutenzione straordinaria e di recupero funzionale dell’immobile di piazza Sant’Agostino  finalizzati alla creazione di un Centro Sociale.

 

Il Centro Sociale costituirà un punto di aggregazione culturale per bambini, anziani, giovani e diversamente abili. Esso comprenderà, inoltre, una biblioteca e un laboratorio artistico multifunzionale.

 

In altri termini, ultimati i lavori, nella piazza di Sant’Agostino, nelle adiacenze dell’omonima Chiesa e precisamente nell’ex convento agostiniano, sorgerà un centro di aggregazione socio-culturale che sarà aperto soprattutto alla fruizione dei giovani e degli anziani, ma che avrà anche delle sezioni dedicate rispettivamente ai bambini e ai diversamente abili.

 

Ne danno comunicazione il sindaco Calogero Cremona e l’assessore comunale  ai  lavori pubblici Fabio Schembri , rilevando come i lavori siano stati finanziati dall’Assessorato Regionale della Famiglia e delle Politiche Sociali per un importo di circa un milione e 800mila euro, di cui circa 400mila come somme a disposizione dell’amministrazione e più di 300mila come ribasso d’asta residuato dopo l’aggiudicazione dei lavori che è avvenuta a seguito di gara espletata dalla commissione istituita presso la sezione di Agrigento dell’ UREGA (Ufficio Regionale Espletamento Gare Appalto), presieduta dall’ex magistrato Melchiorre Cirami.

 

I lavori dovranno essere ultimati entro il 28 febbraio 2015.

 

 

DICHIARAZIONE DEL SINDACO:

“ L’Amministrazione Comunale e in particolare l’assessore Fabio Schembri  ha dato una sensibile e sostanziale accelerata agli adempimenti necessari per la consegna dei lavori finalizzati alla realizzazione del Centro Sociale di Sant’Agostino, procedendo con ogni solerzia alla stipula del contratto d’appalto che adesso trovasi  in corso di registrazione.

I  tempi imposti dal programma di finanziamento del FESR relativo allo Sviluppo Urbano Sostenibile sono infatti molto ristretti, tanto che con l’impresa aggiudicataria sono stati concordati nuovi e più stringenti tempi per l’ultimazione dei lavori, procedendo per così dire  a tappe forzate.

L’opera, d’altro canto, riveste notevole interesse e, una volta realizzata, concorrerà allo sviluppo territoriale locale e alla realizzazione di buone pratiche nel campo delle politiche sociali ” .

 

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.