NARO – Omicidio Constantin: padre e figlio condannati a trent’anni di carcere

Il gup del Tribunale di Agrigento Francesco Provenzano ha condannato alla pena di trent’anni di carcere Vasile Lupascu, 44 anni, e il figlio Vladut Vasile Lupascu, 19 anni, accusati dell’omicidio di Pinau Constantin, 37 anni, massacrato a colpi di zappa e bastone lo scorso 8 luglio in un agguato nel quale restò ferita pure la moglie.

Il giudice ha altresì disposto il risarcimento del danno in favore delle parti civili – rappresentate dagli avvocati Francesco Scopelliti e Giovanni Salvaggio – da quantificare in sede civile ma con una provvisionale immediatamente esecutiva pari a 60 mila euro. 

L’accusa rappresentata in aula dal sostituto procuratore Antonella Pandolfi aveva chiesto il carcere a vita per entrambi. La terza imputata, Anisoara Lupascu, 39 anni, moglie e madre degli altri due, ha invece scelto il giudizio ordinario e il processo, in Corte di assise, è in fase avanzata. Il giallo, già dopo poche ore, sembrava risolto con l’arresto dell’intera famiglia romena.

Alla base del delitto (ma questo si capirà meglio con il deposito delle motivazioni) screzi pregressi tra i due nuclei familiari. I due imputati sono difesi dagli avvocati  Salvatore Pennica e Diego Giarratana.

Condividi
  • 5
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    5
    Shares
  • 5
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.