NICOSIA – “Niente pasti ai bisognosi per pagare i suoi debiti”, assessore indagato

Avrebbe tentato di togliere i pasti ai bisognosi per cancellare i suoi debiti con una ditta di ristorazione che aveva l’appalto per la refezione scolastica nel Comune di Nicosia. È quanto avrebbe fatto l’assessore comunale alla Pubblica Istruzione di Nicosia, Ivan Bonomo, che è indagato per concussione per induzione ed è stato interdetto dai pubblici uffici per sei mesi a Nicosia. Per cancellare il suoi debiti Bonomo avrebbe indotto il titolare della ditta a escludere la fornitura dei pasti alle famiglie bisognose.

Il provvedimento dell’autorità giudiziaria è stato notificato questa mattina, al componente dell’esecutivo dai  carabinieri della compagnia di Nicosia, su disposizione del giudice per le indagini preliminari della Procura della Repubblica di Enna.

Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, Ivan Bonomo, assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Nicosia, abusando della sua qualità e dei suoi poteri, avrebbe indotto il titolare della ditta aggiudicataria dell’appalto del servizio di refezione scolastica, tra il 2016 e il 2017, a consegnare indebitamente una somma di denaro ad un commerciante locale, al fine di saldare un debito contratto da Bonomo stesso.

Condividi
  • 3
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    4
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *