Tele Studio98

la forza dell'innovazione

Gli impianti in costruzione del 'Mobile user objective system' (Muos), un mega impianto satellitare ancora in costruzione in contrada Ulmo, nella riserva naturale della Sughereta di Niscemi (Caltanissetta), in un'immagine recente. La Regione siciliana ha avviato la procedura di sospensione delle autorizzazioni e nelle more sospende immediatamente i lavori di realizzazione del Muos, la stazione satellitare della Marina Usa a Niscemi. Lo ha annunciato il governatore della Sicilia, Rosario Crocetta, in conferenza stampa. FABIO D'ALESSANDRO/UFFICIO STAMPA NO MUOS +++ NO SALES, EDITORIAL USE ONLY +++

NISCEMI – Il Cga respinge i ricorsi sul Muos

Il Consiglio di giustizia amministrativa per la regione Sicilia, organo d’appello del Tar, ha dichiarato inammissibili i tre ricorsi contro il Muos di Niscemi

Il Consiglio di giustizia amministrativa per la regione Sicilia, organo d’appello del Tar, ha dichiarato inammissibili i tre ricorsi contro il Muos di Niscemi (il sistema di comunicazioni satellitari della marina militare Usa) che sorge nella riserva naturale della Sughereta, istituita dalla Regione siciliana nel 1997. Il ricorso era stato presentato da Legambiente, Wwf, Coordinamento dei comitati No Muos, associazione No Muos Sicilia e dal sindaco di Niscemi, città di circa 30 mila abitanti in provincia di Caltanissetta.

Il ricorso al Cga contro il ministero della Difesa e la Regione siciliana e per la revoca delle autorizzazioni all’impianto. “Il Cga – afferma Legambiente – si è limitato a dichiarare inammissibili i motivi di revocazione sollevati da tutte le parti per profili meramente formali, con un orientamento giurisprudenziale restrittivo sulla conoscibilità della pubblicazione degli atti amministrativi, ma non è entrato nel merito delle specifiche censure sollevate da Legambiente sulle autorizzazioni al Muos relative alle gravi violazioni di tipo ambientale che permangono tuttora”.

Sul Muos di Niscemi sono ancora pendenti due procedimenti penali nati dalla stessa inchiesta: uno a Catania e l’altro a Caltagirone.

About The Author

Condividi