Omicidio a Trapani: amanti accusati anche dell’uccisione del feto

Il gip di Trapani, su richiesta della Procura, ha notificato una nuova ordinanza di custodia cautelare in carcere a Salvatore Savalli e Giovanna Purpura, accusati dell’omicidio di Maria Anastasi, la donna di 39 anni, uccisa e data alle fiamme mercoledì della scorsa settimana. Sono accusati anche, in concorso, di aver cagionato la morte del feto in prossimità del parto. “La nuova contestazione – spiega il procuratore capo di Trapani, Marcello Viola, è regolamentata dall’articolo 18 della legge sull’aborto, (194 del 78)”.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.