Operazione antimafia nell’ennese, decapitata Cosa Nostra: 21 arresti [VD TG]

I carabinieri del Ros stanno eseguendo, in provincia di Enna ed in altre località italiane, 21 provvedimenti cautelari per associazione di stampo mafioso, omicidio, estorsione ed altro. Le indagini, coordinate dalla Direzione distrettuale antimafia di Caltanissetta, hanno permesso di ricostruire le dinamiche criminali relative alla famiglia mafiosa di Pietraperzia posta ai vertici di Cosa Nostra ennese. Quello che viene fuori dall’inchiesta è una sorta di joint venture tra la famiglia mafiosa di Pietraperzia  e gli esponenti di Cosa Nostra della potente mafia di Catania, soprattutto la cosca Ercolano-Santapaola. Gli inquirenti hanno immortalato alcuni degli arrestati durante un summit in un casolare di campagna. 

E’ stata fatta luce, inoltre, su numerosi episodi criminosi tra cui l’omicidio di Filippo Marchì, avvenuto il 16 luglio del 2017.

I particolari dell’operazione “Kaulonia” saranno resi noti oggi alle 11 al Tribunale di Caltanissetta dal procuratore di Caltanissetta Amedeo Bertone e dal comandante del Ros, il generale Pasquale Angelosanto.

Condividi
  • 8
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    8
    Shares
  • 8
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.