OPERAZIONE PIRAMIDE – Prosciolto il 42 enne racalmutese Gianluca Taibi

I Giudici della sezione del Riesame dei provvedimenti cautelari del Tribunale di Palermo, composto dal Presidente Antonia Pappalardo e dai Giudici Francesco Gallegra e Carmen Salustro , riunito in camera di consiglio, hanno prosciolto il 42 enne racalmutese, Gianluca Taibi rimasto coinvolto nell’operazione antidroga “Piramide” dei carabinieri realizzata fra Agrigento, Canicattì, Racalmuto, Grotte, Favara, e i comuni di Gela e San Cataldo nel nisseno.L’inchiesta, che ha portato al blitz dei carabinieri, scattò la notte dopo Santo Stefano, il 27 dicembre scorso.L’attività investigativa iniziata nel maggio 2019, coordinata dal maggiore Marco La Rovere che è a capo della compagnia dell’Arma di Agrigento, è stata avviata per contrastare il massiccio flusso di cocaina che dalla provincia giungeva sulle piazze di spaccio di Agrigento.

Gianluca Taibi era stato ristretto agli arresti domiciliari. In accoglimento della richiesta del suo Avvocato difensore Ninni Giardina, il Riesame ha ordinato la liberazione dell’indagato dichiarando nulla l’ordinanza del Gip del Tribunale di Agrigento.

Condividi
         
 
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.