PALERMO – Benzinaio ucciso,traballa ipotesi rapina

Prosegue la caccia ai due uomini che sabato hanno ucciso a Palermo il benzinaio Nicola Lombardo, 44 anni, in quella che sembrava una rapina; ma col passare delle ore l’iniziale ipotesi perde consistenza. Il distributore è riconducibile a Salvatore Nangano, fratello di Franco, ucciso il 16 febbraio 2013. Gli investigatori sarebbero risaliti alla targa della Fiat Punto utilizzata per l’agguato, ripresa telecamere di alcuni negozi, mentre un testimone è stato sentito fino a notte fonda.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.