PALERMO – Crolla una palazzina in via Bagolino: 4 morti . Aperta inchiesta [VIDEO][FOTO]

Tragedia in via Bagolino, zona Cantieri. I soccorritori hanno trovato il corpo di Ignazio Accardi, 82 anni, incastrato sotto una trave. All’alba un’altra vittima: si tratta di Antonino Cinà, 54 anni. Intorno alle 11 trovata pure Maria La Mattina, 80 anni, moglie dell’anziano deceduto. Tra le macerie anche l’ultima dispersa: Elena Trapani, 74 anni.

Negli immobili vivevano otto famiglie. Sono sette i feriti tra cui tre bambini, ma non sono in pericolo.

L’ipotesi più accreditata è il cedimento strutturale. Recentemente in uno dei due edifici era stato costruito un quarto piano.

Gli scricchiolii si erano intensificati nel corso della sera e alle 23,20 le famiglie avevano allertato i vigili del fuoco che dopo aver accertato il dissesto statico hanno immediatamente  fatto sgomberare gli edifici, salvando alcuni residenti, tra cui un disabile e un cagnolino. L’edificio è crollato poco dopo, mentre si stavano completando le operazioni di sgombero.

E solo grazie all’intervento tempestivo dei pompieri si é evitato che il bilancio del crollo fosse ancora più drammatico. La macchina dei soccorsi è stata efficientissima con grande impiego di mezzi e uomini: dai vigili urbani, alla polizia, ai carabinieri, al 118 e alla protezione civile.

Sul posto, per tutta la notte, c’é stato il sindaco di Palermo Leoluca Orlando che ha cercato una sistemazione per i senza tetto. Sul crollo verrà aperta un’inchiesta per disastro colposo: sarà’ la magistratura ad accertare le cause del cedimento.

L’unità organizzativa emergenze sociali del Comune ha individuato alcuni bed and breakfast per i venti sfollati. Un noto locale cittadino sta organizzando il servizio pasti.

 

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.