PALERMO – Cutrò: ”I soldi per la benzina me li deve dare il Ministero” [VIDEO]

“I soldi per la benzina me li deve dare il Ministero per darmi fuoco” è questo quanto scritto sulle taniche di benzina vuote con cui si è presentato il testimone di giustizia Ignazio Cutrò davanti al monumento delle vittime di mafia oggi alle 15.30. “Non mi hanno lasciato portare i bidoni pieni ma erano pronti – spiega ad uno dei famigliari delle vittime presenti per sostenere la sua battaglia – noi ci abbiamo messo la faccia, ora se hanno il coraggio mi riempiano questi bidoni se è questo che si vuole”.

Attorno al testimone di giustizia, sono presenti Vincenzo Agostino e la moglie Augusta, Claudio Traina, il figlio di Serafino Famà e quello di Salvatore Zangara, e molti altri famigliari di vittime di mafia, oltre a rappresentanti della società civile e di associazioni antimafia come Scorta civica e l’Associazione intercondominiale quartiere Brancaccio. Nessuna presenza invece a livello Istituzionale. Molti invece i media accorsi sul posto.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.