PALERMO – I beni di Giacchetto di nuovo sequestrati

Mafioso non è, ma per certi aspetti è peggio, scrive la Procura di Palermo di Faustino Giacchetto:”Il suo raggio di azione illecita non ha eguali in altri procedimenti per retai contro la pubblica amministrazione ed appare persino più grave  di certe forme di criminalità organizzata”. Al manager della comunicazione, coinvolto nelle vicende dei Ciapigate e dei Grandi eventi, la sezione misure di prevenzione del tribunale di Palermo ha applicato il divieto di soggiorno e il sequestro di beni per 78 milioni. Misure adottate in parallelo al sequestro preventivo in sede penale . e visto che quest’ultimo è stato dichiarato nullo dal tribunale del riesame è adesso l’unica “mandata di chiave” sul patrimonio di Giacchetto, ritenuto capace ” di condizionare l’erogazione di circa 20 milioni di euro”.

 

 

 

 

Condividi
         
 
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.