PALERMO – Mafia, sequestro da 5 milioni sigilli a una beauty farm in via Libertà

Beni per un valore di 5 milioni di euro, tra cui anche diversi centri estetici sono stati sequestrati a Palermo dalla polizia a Filippo Catania, 43 anni, ritenuto inserito in Cosa nostra, vicino ai boss Giovanni Bonanno, ritenuto suo socio di fatto e ucciso nel gennaio del 2006, e Sandro Lo Piccolo.

Catania era stato arrestato il 13 dicembre 2010, nell’ambito dell’operazione “Addiopizzo 5”, per associazione mafiosa e trasferimento fraudolento di valori aggravato in concorso. E’ cognato di Gerardo Parisi, detto “Zucco”, già condannato in via definitiva nel 2010 per aver curato la latitanza del ‘reggentè dello Zen, Francesco Franzese, ora collaboratore di giustizia. Il sequestro, disposto dalla sezione Misure di prevenzione del Tribunale di Palermo su proposta del questore, Nicola Zito, riguarda le beauty farm con insegna “O’ Sole mio City spa” di via Libertà e via Pecoraino, all’interno del centro commerciale Forum, la parruccheria-solarium “Loca Club” di viale del Fante, la società Ge. Mi. Ceramiche snc di Termini Imerese, che vende al dettaglio e all’ingrosso materiale da costruzione ed è stata sottoposta ora ad amministrazione giudiziaria.
Sequestrati inoltre una villa a Campofelice di Roccella, conti correnti e polizze assicurative.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.