PALERMO – Morta dopo una frattura al piede, indagati 28 medici al Policlinico

Sono ben 28 i medici che la Procura ha iscritto nel registro degli indagati in relazione alla morte di Maria Rita La Mantia, la donna di 43 anni entrata al Policlinico con una frattura al piede e deceduta una settimana dopo al Civico in circostanze tutte da chiarire.

L’iscrizione, con l’ipotesi di omicidio colposo, è un atto dovuto: permetterà infatti a tutti i sanitari che hanno avuto in cura la vittima di nominare un proprio consulente e di partecipare ad un atto irripetibile come l’autopsia, che si terrà domani mattina.
Il fascicolo è stato aperto dal procuratore aggiunto Claudio Corselli dopo la denuncia dei parenti della donna, assistiti dall’avvocato Salvatore Romeo. Maria Rita La Mantia era finita al Policlinico, dove l’aveva accompagnata un’ambulanza del 118, lo scorso primo giugno dopo una caduta in via dell’Orsa Minore. I medici le avrebbero riscontrato una frattura al piede. Tuttavia, secondo la sua famiglia, la degenza in ospedale per la donna sarebbe stata terribile e le sue condizioni di salute sarebbero misteriosamente peggiorate.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.