PALERMO – Motociclista ucciso da auto: si è costituito l’automobilista

Ha 24 anni il pirata della strada (palermitano ma residente in provincia) che ha investito, uccidendo sul colpo, Giuseppe Rosinganno. C. C., le iniziali del giovane a bordo del Mercedes classe A che si è costituito un procura presentandosi accompagnato dal suo avvocato. È stato interrogato dal pm Francesco Grassi. Essendosi costituito, al momento, è stato denunciato a piede libero. Avviene al terzo giorno d’indagini sull’incidente stradale avvenuto a Sferracavallo e costato la vita a Giuseppe Ronsinganno, 39 anni, falegname e padre di due bambini. Da venerdì sera i vigili della sezione Infortunistica erano a caccia dell’auto pirata – un Mercedes classe A di colore scuro, forse nero – che ha investito, uccidendolo, l’artigiano che abitava e lavorava nel quartiere Tommaso Natale. Ronsinganno era in sella alla sua Vespa bianca Gt nuovo modello, quando poco dopo le 22, sarebbe scivolato e poi travolto lungo via Pietro Calandra, un budello di strada che collega Tommaso Natale a Sferracavallo, e che costeggia l’autostrada Palermo-Mazara del Vallo. La polizia municipale ha passato al setaccio tutte le telecamere della zona per individuare l’auto killer con a bordo il pirata della strada che ha proseguito la corsa senza prestare soccorso.  Il filmato di una telecamera è già stato sottoposto a sequestro. L’ipotesi degli investigatori è che il motociclista sia stato travolto dopo essere scivolato sull’asfalto. Potrebbe avere perso il controllo della Vespa a causa di alcuni rami secchi.  Oggi, a Tommaso Natale sono stati celebrati in forma privata i funerali del giovane falegname, sposato e padre di due bambini di 5 e 7 anni.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.