PALERMO – Niente scorta per la Saguto, resta la sorveglianza sotto casa

Il Comitato per l’ordine e la sicurezza che si è svolto nei giorni scorsi in Prefettura a Palermo ha deciso di togliere l’unico agente di scorta con l’auto al giudice Silvana Saguto, coinvolta nello scandalo sulla gestione dei beni sequestrati.

È stato deciso che per garantire la sicurezza al magistrato basta una ‘vigilanza dinamica” davanti all’abitazione del magistrato. La decisione, secondo quanto si è appreso, non sarebbe collegata con l’inchiesta della procura di Caltanissetta sulla gestione dei beni sequestrati in cui l’ex presidente della sezione Misure di prevenzione del Tribunale è indagata.

 La scorta della Saguto, sospesa dal Csm e con uno stipendio ridotto di due terzi, era diventato un «caso» anche in Parlamento.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.