PALERMO – Rinviata udienza preliminare per l’ex ministro Saverio Romano

È durata meno di mezzora l’udienza preliminare a carico dell’ex ministro dell’agricoltura Saverio Romano imputato, a Palermo, di concorso in associazione mafiosa. Il gup Fernando Sestito ha rinviato al 15 febbraio, in attesa che la difesa entri in possesso dei nastri con le conversazioni intercettate nell’indagine denominata “Ghiaccio” di cui ha fatto richiesta.

Si tratta di centinaia di ore di conversazione, già trascritte agli atti del processo a carico del capomafia di Brancaccio, Giuseppe Guttadauro, che i legali dell’ex ministro vogliono, però risentire in originale. Nei prossimi giorni un consulente nominato dal pm Nino Di Matteo e dell’aggiunto Ignazio De Francisci terminerà il trasferimento delle registrazioni su dvd che verrà consegnato ai legali, gli avvocati Raffaele Bonsignore e Franco Inzerillo.

“Sono sereno”, ha detto Romano entrando in udienza. L’ex ministro, accusato di collusione con le cosche, ha anche denunciato la necessità che le indagini abbiano termini certi.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.