PALERMO – Sequestrati beni per un valore di 850 mila euro a presunto mafioso

I carabinieri e i finanzieri del Gico hanno sequestrato beni per un valore complessivo di circa 850 mila euro a Maurizio Pecoraro, 51 anni, in esecuzione di un provvedimento emesso dal Tribunale di Palermo su richiesta della Procura. Pecoraro era stato arrestato a dicembre del 2011 nell’operazione antimafia Pedro. Adesso è libero. Secondo le indagini di carabinieri e finanzieri l’uomo sarebbe il custode della cassa della famiglia mafiosa di Borgo Vecchio, con a capo in quegli anni Tommaso Di Giovanni. Sono stati sequestrati la ditta “Le Bibite di Ale 91”, con sede in Palermo, 3 appartamenti a Palermo; un magazzino a Palermo; 12 rapporti bancari e 4 veicoli.

Condividi
         
 
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.