PALERMO – Spacciavano marijuana a minorenni a Villa Sperlinga, arrestati marito e moglie

Avevano trasformato Villa Sperlinga, uno dei punti di ritrovo dei giovanissimi in città, nella loro “postazione” per lo spaccio di droga. Gli incontri con i clienti – prevalentemente minorenni –  sono però stati filmati dalla guardia di finanza e per una coppia di coniugi sono scattate le manette. L’operazione è stata denominata “Green Family”.

I baschi verdi hanno arrestato T.A., 40 anni, e la moglie D.A, 34 anni. “La coppia – spiegano gli inquirenti – aveva costituito una vera e propria ‘impresa familiare’ dedita esclusivamente allo spaccio di stupefacenti”. Grazie all’ausilio di intercettazioni telefoniche e ambientali e delle videoriprese effettuate sono state documentare ben 109 cessioni di marijuana, a favore di altrettanti acquirenti.

Il meccanismo era semplice: dopo essere stati contattati su numeri telefonici utilizzati esclusivamente per questo scopo, i “fornitori” indirizzavano i giovani verso una particolare area del parco di Villa Sperlinga, ove avveniva lo scambio droga – denaro, al prezzo di 5 euro per mezzo grammo di marijuana. La ripetitività degli episodi e la pianificazione scrupolosa del “sistema” hanno fatto ritenere all’autorità giudiziaria di trovarsi di fronte a “un’azione criminosa commessa con assoluta naturalezza e spregiudicatezza, nei confronti di minori ed in maniera sistematica e professionale”.

Il marito è adesso in carcere, mentre alla moglie sono stati concessi i domiciliari. I finanzieri hanno infine segnalato alla prefettura alcuni dei giovani acquirenti, ai quali è stata contestualmente sequestrata la marijuana appena acquistata dai pusher.

 

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.