PALERMO – Uccise ragazza su strisce, va ai domiciliari

Il giudice Daniela Vascellaro ha concesso gli arresti domiciliari a Pietro Scalfani, il panettiere di 50 anni che lo scorso 17 maggio, a Palermo, travolse e uccise sulle strisce pedonali Tania Valguarnera, la giovane operatrice di un call center che stava andando al lavoro. Il panettiere, fuggito dopo l’incidente, era stato bloccato dalla polizia. Il giudice a giugno aveva respinto la richiesta dei domiciliari per Sclafani, accusato di omicidio colposo e omissione di soccorso.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.