PALERMO – Ucciso a colpi di ascia

E’ morto all’ospedale Villa Sofia dove era stato trasportato d’urgenza Vincenzo Guercio, 78 anni colpito alla testa con un piccone o con un’ascia al culmine di una furibonda lite, dal cognato Andrea Patti, 79 anni, quasi coetaneo.

La tragedia si è consumata oggi sul lungomare Cristoforo Colombo. La lite è esplosa per questioni legate alla proprietà. I due avevano un passato di continui confronti spesso anche acerrimi tanto che non è stato sufficiente neanche l’intervento della polizia per sedare gli animi.
All’improvviso la tragedia con il colpo inferto da Patti a Guercio spirato qualche ora dopo in ospedale. Sul posto la polizia e i sanitarid el 118 che non hanno potuto fare molto.
Andrea Patti è stato arrestato con l’accusa di omicidio volontario. Sabato scorso a Palermo un altro omicidio sempre per futili motivi. Un anziano Mario Di Fiore di 63 anni ha ucciso il benzinaio Nicola Lombardo di 44 anno per il costo eccessivo, a suo dire, del pieno di benzina

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.