PALERMO – Una caserma dei carabinieri nell’ultimo covo di Riina

In quelle stanze Totò Riina trascorse l’ultimo periodo della sua latitanza, durata 23 anni e terminata con la cattura il 15 gennaio 1993. Ora l’ultimo rifugio del capomafia corleonese, con annessa piscina, immerso in un lussuoso complesso residenziale in via Bernini 54 ospiterà una caserma dei carabinieri. La casa sarà ristrutturata e affidata ai militari dell’Arma grazie a un finanziamento della Regione. Oggi l’assessore Pier Carmelo Russo ha consegnato il decreto di finanziamento al generale Teo Luzi, comandante provinciale dei carabinieri

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.