PALERMO – Venturino aderisce al P.S.I.

“Ho voluto sposare un progetto antico, che sa di nuovo”. Antonio Venturino, vicepresidente vicario dell’Assemblea regionale siciliana, spiega così la sua adesione al Psi di Nencini.

“Ho sempre votato a sinistra – ha detto Venturino, nel corso di una conferenza stampa all’Ars – e in Sicilia c’è sempre stata un’anima socialista”.

Alla conferenza stampa hanno partecipato anche il deputato regionale Nino Oddo, il segretario regionale Giovanni Palillo e Carlo Vizzini, componente della segreteria nazionale del partito.

“Molti elettori 5 Stelle vengono dalla sinistra come me, e come me si sono sentiti traditi”, ha detto Venturino.

“Si è parlato molto di ‘modello Sicilia’, io lo sto ancora cercando. Basta vedere l’ultima seduta d’aula sulla riforma delle Province per capire che il gruppo 5 Stelle non ha una strategia: il giorno prima hanno detto di votare la riforma, e poi in aula col voto segreto hanno ‘trombato’ Crocetta”.

“Come reagiranno i miei elettori di fronte al passaggio dai 5 Stelle al Psi? Ho tutto il tempo per dimostrare che la politica si fa con i fatti. Non è più il tempo delle promesse – ha concluso Venturino – voglio dimostrare con fatti concreti che la fiducia che era stata riposta in me, non è stata riposta invano. Mi sono allontanato da quel Movimento perché ho troppa voglia di lavorare per sentirmi imbavagliato nei diktat di Grillo e Casaleggio che condannano gli eletti alla sola protesta e nell’immobilismo istituzionale”.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.