PALERMO – Vigile ucciso, due colleghe testimoniano: “Ci confessò che voleva suicidarsi”

Due colleghe di Mirco Vicari, il  vigile urbano morto ieri a Palermo, sono state sentite in  questura. Secondo quanto si apprende, l’agente di polizia  municipale avrebbe confidato alle due donne che voleva farla  finita a causa delle pessime condizioni economiche, raccontando  che se avesse commesso l’estremo gesto, avrebbe fatto in modo di  farlo apparire un omicidio. Gli investigatori dal primo momento  avevano dubbi sulla rapina, commessa in pieno giorno nella  modesta casa di un uomo che guadagnava 900 euro.

La messa in scena del suicidio è una delle ipotesi che stanno percorrendo gli investigatori sulla vicenda che appare sempre più un rompicapo.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.