PALERMO – Voto di scambio, indagato Fabrizio Ferrandelli

Il candidato sindaco di Palermo Fabrizio Ferrandelli ha ricevuto un invito a comparire per essere sentito nell’ambito di una indagine relativa a una ipotesi di voto di scambio politico-mafioso per le elezioni del 2012.

Ad accusare Ferrandelli sarebbe il collaboratore di giustizia Giuseppe Tantillo, ex capomafia del quartiere Borgo Vecchio di Palermo, secondo il quale l’ex deputato regionale si sarebbe rivolto al clan in occasione delle comunali del 2012 in cui arrivò al ballottaggio con l’attuale sindaco di Palermo Leoluca Orlando dopo avere vinto le primarie del centrosinistra. Tantillo ha cominciato a parlare con i magistrati l’estate scorsa.

L’indagine è coordinata dall’aggiunto della Dda Leonardo Agueci e dai pm Francesca Mazzocco e Caterina Malagoli. Secondo quanto si apprende, Ferrandelli avrebbe chiesto ai pm di anticipare l’interrogatorio, ma l’istanza non sarebbe stata accolta per impegni dei magistrati.

“Rimango sorpreso come, dopo quasi cinque anni, proprio nel pieno di una campagna elettorale in cui sto registrando grande entusiasmo e partecipazione da parte delle palermitane e dei palermitani per la mia candidatura, si apre un’indagine su di me”, ha detto Ferrandelli. che in una nota ha comunicato lui stesso di aver ricevuto l’invito a comparire davanti ai magistrati lunedì prossimo, riservandosi dopo quella data di entrare nel merito della vicenda in una conferenza stampa la cui data non è stata ancora fissata.

 

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.