PALMA DI MONTECHIARO – Estorsione, confermate in Appello 5 condanne

5 condanne confermate e due ridotte. E’ il verdetto della quarta sezione della Corte d’Appello di Palermo, presieduta dal giudice Spina, emesso nei confronti di sette palmesi. Le indagini presero spunto da un tentativo di omicidio avvenuto il 1 dicembre del 2006, nei confronti di un palmese, colpito mentre usciva l’auto dal suo garage con colpi di proiettili. Adesso, la Corte d’Appello ha emesso il verdetto nei confronti di Giuseppe Mancuso, 3 anni e 7 mesi di reclusione e del figlio dell’uomo Taddeo Mancuso, condannato a 6 anni di carcere, di Filippo Alotto condannato a 3 anni e 8 mesi di reclusione, il figlio Nicola Filippo Alotto, a 5 anni e 8 mesi, la stessa pena è stata inflitta anche per Domenico Mancuso,  Rosario  Lo Greco, 6 anni, e Giuseppe Enzo Di Gioia è stato condannato  a 3 anni e 8 mesi di reclusione. Si tratta di componenti  di due interi nuclei familiari. I 7 erano accusati e riconosciuti colpevoli, per il reato di tentato omicidio, sequestro di persona, detenzione e porto abusivo d’armi e sparo in pubblico, estorsione e tentata estorsione.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.