PALMA DI MONTECHIARO – Delitto Caravotta: condanna definitiva a 10 anni per il nipote[VIDEO]

E’ diventata definitiva la sentenza di condanna a 10 anni di reclusione inflitta a P. C., di Palma di Montechiaro, responsabile dell’omicidio dello zio Damiano Caravotta, colpito con tre colpi di pistola al culmine di una lite familiare. La Cassazione ha rigettato il ricorso presentato dalla difesa e per l’omicida si sono riaperte le porte del carcere. Era la sera del 12 maggio 2011 quando a Palma di Montechiaro, al primo piano di una palazzina di via Salvatore Allende, nel quartiere del Villaggio Giordano, si consumò l’omicidio di Damiano Caravotta. Ucciso dal nipote al culmine di una lite familiare scoppiata per questioni economiche. A sparare, il figlio allora 16enne di Giuseppina Ribisi, cognata della vittima. Secondo la ricostruzione dei poliziotti della Squadra Mobile di Agrigento, tra Caravotta e la cognata sarebbe scoppiata una lite. La situazione precipitò anche per l’intervento del figlio della donna.  Il 26enne cercò di mettersi in salvo, ma inseguito dal minore giù per la scale venne raggiunto mortalmente dai colpi sparati dal ragazzo.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.