PALMA DI MONTECHIARO – Le indagini sulla sparatoria ripartono da capo: scarcerato Calogero Napoli

E’ stato scarcerato il sessantaduenne Calogero Napoli, fratello del titolare del ristorante-pizzeria “Ciotta”, che inizialmente era stato sottoposto a fermo di polizia giudiziaria, per ordine del sostituto procuratore di Agrigento, Santo Fornasier. Il palmese, difeso dagli avvocati Francesco Scopelliti e Giuseppe Fabio Cacciatore, è comparso per l’interrogatorio  davanti al gip del tribunale di Agrigento, Ottavio Mosti, con l’ accusa di essere colui il quale avrebbe sparo contro uccidendolo, Antonio Morgana, 17 anni e ferito alle gambe Calogero Pace, 22 anni. Contro di lui la testimonianza di uno dei ragazzi rimasti illesi, anche se l’arma che ha sparato non è stata ancora trovata. Il sessantaduenne ha respinto le accuse, difendendosi ” vi state sbagliando io non c’entro nulla con questa storia giocavo a carte in un bar “. Il palmese, tra le 20 e le 20,30 più o meno l’orario indicato della sparatoria, pare si trovasse in compagnia di altri amici radunati all’interno di una sala di un bar di Palma di Montechiaro. Il Gip Mosti preso atto delle ultime novità emerse in sede di interrogatorio non ha convalidato il fermo, disponendo l’immediata scarcerazione del Napoli. Le indagini sulla sparatoria ripartono da capo.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.