PALMA DI MONTECHIARO – Omicidio colposo Viviana Meli, Caterina Amico a giudizio

Sarà il giudice Ermelinda Marfia, al termine del dibattimento, a stabilire se a causare l’incidente stradale che costò la vita a Viviana Meli, ventinovenne palmese che aveva appena conseguito la laurea, è stata l’amica che guidava la Renault Twingo a bordo della quale si trovava la ragazza. Ieri pomeriggio, dopo un’udienza preliminare lunga e articolata, il gup Stefano Zammuto ha deciso il rinvio a giudizio di Caterina Amico, 33 anni. Alla donna, imputata di omicidio colposo, viene contestato di avere tenuto una velocità troppo elevata che avrebbe provocato lo scontro con una Mercedes che procedeva nella stessa direzione di marcia e avrebbe rallentato per svoltare a destra. Lo avrebbero accertato le testimonianze e i rilievi effettuati sul luogo dell’incidente. La tragedia è avvenuta il 14 settembre del 2012 nella statale 115 fra Agrigento e Palma. L’imputata, difesa dall’avvocato Giuseppe Scozzari, sarà processata a partire dal 29 maggio.

 

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.