PALMA DI MONTECHIARO – Uomo gravemente ferito da tre colpi di pistola in un agguato

Diego Provenzani, di 49 anni è stato gravemente ferito da tre colpi di pistola all’addome e uno al braccio. L’uomo, a quanto pare vicino alla Stidda di Palma di Montechiaro (Ag), è stato affiancato e inseguito da un’autovettura mentre si trovava in sella a uno scooter lungo la provinciale per Marina di Palma.

Dalla vettura sarebbero stati esplosi almeno cinque colpi calibro 9. La vittima è stata soccorsa e portata all’ospedale “San Giacomo d’Altopasso” di Licata (Ag) dove è stata operata e poi è stata trasferita all’ospedale di Agrigento dove è in prognosi riservata. Sul posto dell’agguato si sono recati polizia e carabinieri.

Sul grave episodi indagano i poliziotti della Squadra mobile di Agrigento, guidati da Giovanni Minardi e i colleghi del commissariato di Palma comandati dal dott. Angelo Cavaleri. Collaborano anche i carabinieri di palma e del Reparto operativo di Agrigento.

L’agguato di ieri sera sembra abbia matrice mafiosa e lo testimoniano la personalità della vittima e le modalità di esecuzione. Le indagini sono appena cominciate.

E’ figura di rilievo nel panorama criminale di Palma di Montechiaro, Diego Provenzani, 49 anni, detto l’hascisciatu” (per l’uso di stupefacenti) o “patata”, l’uomo ferito gravemente a pistolettate da ignoti sicari che lo hanno raggiunto mentre stava percorrendo a bordo del suo scooter la strada che dal paese porta a Marina di Palma. Di notevole spessore il suo fascicolo personale che pur contempla due assoluzioni per fatti gravissimi come l’omicidio del maresciallo dei carabinieri, Giuliano Guazzelli e la strage di Capodanno compiuta dagli stiddari all’interno del Bar 2000 gestito dalla famiglia Allegro. E nonostante sia uscito indenne da numerose chiamate in correità per omicidio e tentato omicidio da numerosi pentiti, Provenzani annovera anche condanne pesanti come quella subita nell’ambito del processo “Palma import”

Condividi
         
 
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.