PARTINICO – Alice non ce l’ha fatta, dichiarata la morte cerebrale

E’ stata avviata questa mattina al reparto di Neurorianimazione di Villa Sofia, diretto da Paolino Savatteri, la procedura di accertamento di morte cerebrale per Alice Costantini, la ragazza di 22 anni di Partinico caduta da cavallo la scorsa settimana.

Il tracciato effettuato questa mattina ha infatti registrato l’assenza di attività cerebrale. I medici hanno informato i familiari. La madre della ragazza ha quindi dato il proprio assenso al prelievo degli organi che avverrà subito dopo la conclusione della procedura, che dovrà durare sei ore.

La fase del prelievo sarà guidata dal coordinatore trapianti di Villa Sofia-Cervello Antonino Pizzuto, con il coinvolgimento dell’Ismett e del Centro regionale trapianti diretto dal Bruna Piazza. «Siamo vicini alla famiglia che ha perso tragicamente una figlia all’inizio della sua vita. La generosità del loro consenso la terrà viva in qualche modo in altre persone e rappresenta una lezione di umanità per la intera società. Ringrazio i professionisti della nostra Azienda che con il loro contributo renderanno possibile tutto questo» commenta il Maurizio Aricò, Commissario della Azienda Ospedali Riuniti Villa Sofia-Cervello.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.