Plebiscito per Orlando e Zambuto

Ad Agrigento ha vinto il sindaco uscente, Marco Zambuto, con 19.836 voti pari al 74,70 per cento, contro il rivale, Salvatore Pennica, con 6.716 voti pari al 25,30 per cento. A Palermo ha vinto il gia’ sindaco Leoluca Orlando, contro il rivale Fabrizio Ferrandelli. Leoluca Orlando ha ottenuto 158.010 voti, pari al 72,43 per cento. Fabrizio Ferrandelli 60.139 voti. In Sicilia il dato definitivo dell’ affluenza e’ stato del 47,5 per cento contro il 67,6 del primo turno. A Palermo 39,7 per cento contro il 63,2. Ad Agrigento il 52,8 per cento contro il 72,3. Ed a Trapani, Vito Damiano, generale dei carabinieri in pensione, sostenuto da Pdl e Lista Fazio, e’ il nuovo sindaco. Damiano ha ottenuto circa il 54 per cento dei voti. Il suo avversario, l’imprenditore Giuseppe “Peppone” Maurici, anche lui di centrodestra, il 46 per cento.

Agrigento premia ancora Marco Zambuto. Un nuovo trionfo elettorale ed un nuovo plebiscito cosi’ come nel ballottaggio del 2007. Su poco piu’ di 27.300 elettori che in questi due giorni sono andati a votare lo hanno rivoluto sindaco di Agrigento in 19.836, 7.495 preferenze in piu’ rispetto al primo turno. Zambuto si riconferma con un’alta percentuale, il 74,7%. Un successo che i suoi sostenitori hanno toccato con mano sin dalle prime battute dall’inizio della conta dei voti. Nella gran parte delle 55 sezioni molto ampio il divario con Pennica . All’arrivo del sindaco l’esplosione di gioia dei simpatizzanti e sostenitori. Con Zambuto a festeggiare la rielezione, tra i tanti, il sindaco di Porto Empedocle Lillo Firetto dell’Udc, i leader del Patto per il Territorio Riccardo Gallo e Piero Macedonio, l’ex sindaco di Raffadali Silvio Cuffaro, gli ex assessori La Rosa e Putrone. E poi numerosi giovani che hanno voluto ridargli fiducia…
Domani sera alle 20 Marco Zambuto ringraziera’ gli elettori dal palco di piazza Cavour.

Amarezza, rabbia, delusione non tanto per la sconfitta elettorale, ma per come quest e’ maturata, con numeri e percentuale inaspettati alla vigilia del ballottaggio. Al comitato elettorale del candidato Salvatore Pennica, presso l’ex hotel Pirandello, non c’e’ stato nemmeno il tempo di sperare nella rimonta del primo turno perche’, dopo un’ora di chiusura dei seggi, la sconfitta era gia’ certa. In tutte le sezioni l’uscente sindaco Marco Zambuto spopolava, macinava voti e di conseguenza l’avversario Pennica. Alla fine della partita e’ stata una sconfitta bulgara per il candidato della grande coalizione. L’avvocato Salvatore Pennica chiude la contesa portando a casa, addirittura meno voti rispetto al primo turno, 6.716 preferenze per una percentuale del 25,30 per cento. Nella prima tornata elettorale i voti per Pennica erano stati 6.893.
Pennica per il ballottaggio si era apparentato con Mpa e Fli,permettendo a numerosi consiglieri di entrare a Sala Sollano.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.