PORTO EMPEDOCLE – A fuoco il furgone di De Rubeis

Dovrebbe essere, secondi i primi accertamenti, di natura dolosa l’incendio che ha distrutto il furgone di proprietà di Giuseppe De Rubeis, l’uomo condannato a 13 anni di carcere per l’omicidio dell’empedoclino Giuseppe Adorno, avvenuto nell’estate del 2009.

Il mezzo si trovava parcheggiato davanti l’abitazione dei genitori di De Rubeis, in via Gramsci a Porto Empedocle; sul posto gli uomini dei Vigili del Fuoco e del Commissariato Frontiera della Polizia, i quali adesso stanno indagando sull’accaduto.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.