Site icon Tele Studio98

PORTO EMPEDOCLE – Accertata occupazione abusiva di 600 mq in località Marinella, denunciata

La Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di P. Empedocle, nell’ambito delle attività di controllo tese a contrastare le attività illecite sul demanio e ad assicurare la pubblica fruizione del litorale, ha denunciato una donna per il reato di occupazione abusiva e posto sotto sequestro un’area di oltre 600 mq.

Nella giornata di giovedì 24 luglio u.s. personale della Guardia Costiera ha compiuto un accurato sopralluogo in loc. Marinella, nel Comune di Porto Empedocle, presso un’area recintata di circa 600 mq. posta sul demanio marittimo al cui interno insistono un fabbricato con veranda, uno spazio asservito ed una cisterna. Tale area risulta occupata ormai da diversi anni in carenza di concessione demaniale in corso di validità, e negli ultimi mesi sia l’Avvocatura Distrettuale dello Stato di Palermo che la Regione Siciliana – Assessorato Regionale Territorio e Ambiente, al termine degli accertamenti amministrativi, hanno stabilito doversi procedere al recupero coattivo della porzione di pubblico demanio marittimo abusivamente occupata.

I militari hanno verificato che il fabbricato (peraltro in precarie condizioni strutturali ed igienico-sanitarie), insieme all’area circostante, era adibito a deposito di tavole da surf ed altro materiale nautico di proprietà di un’associazione sportiva di P. Empedocle, che ne ha avuto la disponibilità da una donna qualificatasi come ‘proprietaria’ dell’immobile ma che, su richiesta dei militari, non è stata in grado di provare l’avvenuto rilascio di idoneo titolo concessorio né l’avvenuto pagamento del canone demaniale. Completati i controlli il personale della Capitaneria di Porto ha quindi denunciato alla Procura della Repubblica la donna (G.L.V., 69 anni, originaria di Catanzaro e residente ad Agrigento) per il reato di occupazione abusiva di demanio marittimo ed innovazione non autorizzata, ai sensi degli art. 54 e 1161 del Codice della Navigazione.

L’area in questione è stata posta sotto sequestro, e la Guardia Costiera ha posto i sigilli all’intera struttura. Le attrezzature nautiche all’interno dell’area sono state rimosse a cura degli appartenenti all’associazione sportiva, nei cui confronti sono comunque in corso a cura della Capitaneria di Porto ulteriori accertamenti.

La Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di P. Empedocle sta intensificando, d’intesa con la Polizia Municipale e l’Amministrazione Comunale empedoclina e con le altre forze di polizia, le attività di vigilanza tese al contrasto dei fenomeni di occupazione demaniale abusiva ed al ripristino delle condizioni di sicurezza e salvaguardia ambientale nel territorio di giurisdizione, con il costante impiego di personale anche in orari notturni ed in abiti borghesi.

 

Condividi
Exit mobile version