PORTO EMPEDOCLE – Anna Messina assolta definitivamente:” Non era la postina del fratello Gerlandino”

Non era una donna boss, nè contribuì al rafforzamento dell’associazione mafiosa, ma si limitò  forse a fiancheggiare il fratello capomafia smistando i “pizzini”. Il favoreggiamento tra familiari, però, non è possibile. Per questo Anna Messina è stata assolta dall’accusa di concorso  esterno in associazione mafiosa . La sentenza è stata letta ieri sera, poco dopo le 20.30, dal Presidente della sesta  sezione della Corte di Appello di Palermo, Roberto Murgia. I giudici erano rimasti in camera di consiglio per sette ore. Per la Corte non ha commesso reato: ha favorito il fratello Gerlandino , ma non ha fatto parte dell’associazione mafiosa. In primo grado era stata condannata a sei anni. Il difensore Salvatore Pennica:”Il compito dell’avvocato è credere, non demordere e non avere paura di ottenere giustizia”. 

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.